giovedì 22 gennaio 2015

Per piccina che tu sia...





L'ho conosciuta ed era una terrazza sospesa sul mare, musica di qualità e chiacchiere non banali... L'ho seguita quando è cresciuta come un piccolo regno, poi quasi un impero con gallerie d'arte, residence sospesi, uffici e negozi, thermarium e grotte. L'ho amata nelle sue versioni più intime, fra case sugli alberi e taverne nel bosco. L'ho occupata, persino...
Poi l'ho lasciata, seguendola da lontano. Ma come filo di Arianna... torno. Ed è subito casa.